Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.

"Bisogna sempre avere il coraggio delle propriidee e conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti (Charlie Chaplin).





lunedì 19 settembre 2011

SICAR UNA DELLE STORIE DI FALLIMENTI DI DEGRADO URBANO E DI DEFICIENZA E INCAPACITA' AMMINISTRATIVA

SICAR UNA DELLE STORIE DI FALLIMENTI DI DEGRADO URBANO E DI DEFICIENZA E INCAPACITA' AMMINISTRATIVA




LA SICAR AZIENDA DI CUI E' STATO DICHIARATO LO STATO DI FALLIMENTO E' ALLOCATA ALL'INGRESSO DEL PAESE ED  E' POSIZIONATA  A RIDOSSO DELL'ALBERGO EUFEMIA E DEL SUPERMERCATO HARD.
L'INTERA AREA E' ORMAI LUOGO DI DEGRADO  DI ABBANDONO  DI RICOVERO DI OGNI GENERE DI ANIMALI E RICETTACOLO DI MUNNEZZA DI OGNI GENERE.
A PARTIRE DAL MARZO DELLL'ANNO 2000  L'INTERA AREA DELLA SICAR ERA "GESTITA" DAL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE.
IL 10 NOVEMNBRE DEL 2002 IL GIUDICE DELEGATO DELLA SICAR CON UNA PROPRIA NOTA REVOCA L'AUTORIZZAZIONE ALL'USO DELL'AREA DA PARTE DEL COMUNE PER I DANNI CHE AVEVA ARRECATO ALLA STRUTTURAFACENDO DIVENTARE L'AREA DEPOSITO DI MEZZI DI OGNI GENERE, IL GIUDICE NELLA SUA MISSIVA RICHIEDEVA UN CANONE MENSILE DI 2000 EURO AL MESE PER L'UTILIZZO DELL'AREA.
IL COMUNE DI ISOLA NON PREOCCUPANDOSI DI RISPONDERE ALLA RICHIESTA DEL GIUDICE E CONTINUANDO L'OCCUPAZIONE E L'USO DELL'AREA DI FATTO ACCETTAVA DI FATTO  LA PROPOSTA DEL CANONE MENSILE.
INTANTO IL COMUNE DISPONE DI AFFIDARE ALLA DITTA ZUCCARELLO L'AREA PER LO STOCCAGGIO DEI RIFIUTI.
IL GIORNO 30 AGOSTO DEL 2004 NELL'AREA DIVENTATA ORMAI UNA DISCARICA DI RIFIUTI SCOPPIA UN INCENDIO INVESTENDO L'INTERO PAESE UN UN FUMO NERO ED INTENSO ACCOMPAGNATO DA UN ODORE DI PLASTICA BRUCIATA. SULL'EPISODIO VI E' UN PROVVEDIMENTO DI AVVISO DI REATO PER VIOLAZIONE DEL D.L.VO 22/97 ART 51, IL PROVVEDIMENTO PORTA IL NUMERO 11666/04.
15 SETTEMBRE 2004 A SEGUITO DELL'INCENDIO DELL'AGOSTO DEL 2004 REVOCA AL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE L'AUTORIZZAZIONE ALL'USO DELL'AREA, CHIEDENDO UN EQUO CORRISPETTIVO.
IL CURATORE FALLIMENTARE DELLA SICAR IL 27 GENNAIO DEL 2005 DIFFIDA IL  COMUNE DI ISOLA, ALLA RESTITUZIONE DELL'AREA ED IL PAGAMENTO A PARTIRE DAL NOVEMBRE DEL 2002 DI UNA INDEMNNITA' DI OCCUPAZIONE DI CIRCA 50.000 EURI 

A SEGUITO DELLA CITAZIONE N. 7200 DEL 21 GIUGNO 2005 CON LA  DELIBERA DI GIUNTA N. 111  DEL 21 GIUGNO 2005  SI AFFIDA L'INCARICO ALL'AVVOCATO ZANGHI' LA DIFESA DEL COMUNE AVVERSO ALLA CITAZIONE.

INTANTO  IL TRIBUNALE CIVILE DI PALERMO EMETTE LA SENTENZA IN FAVORE DELLA SICAR

Conferimento incarico all'avv. Santo Zanghi' per appello avverso sentenza del Tribunale di civile di Palermo - sezione distaccata di Carini - giudizio Comune C/o ex SICAR. Atto numero 85 del 22-09-2008  Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA

Allegato: DGM00085.DOC (24 kb) File con estensione doc


INTANTO IL CONTENZIOSO FA LIEVITARE IL DANNO ECONOMICO PER LE CASSE DEL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE

Approvare la predetta proposta di deliberazione.
Quindi, ritenuta l’urgenza stante l’approssimarsi della scadenza per la proposizione dell’appello, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano, dichiara il presente atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.
Atto numero 04 del 14-01-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 004.10.pdf (9 kb)

AD OGGI 2011 IL PROFESSORE NON E' IN GRADO DI DARE ALCUN RAGGUAGLIO AI CITTADINI DANNEGGIATI, SE NON CHE LE SPESE AUMENTANO GLI INTERESSI AUMENTANO  L'INTERA AREA E' COMPLETAMENTE ABBANDONATA A SORCI CI GATTI E............... (l'area di cui parliamo si trova all'ingresso del paese ove si scorge  un vistoso cartello "Benvenuti a Isola delle Femmine")E LUI CON IL SUO PUPILLO ROSSO TROVA ANCORA IL CORAGGIO DI  FARE DISCORSI SUL TURISMO A ISOLA DELLE FEMMINE









L’Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone l’adozione della seguente deliberazione:
“Conferimento incarico all’avv. Santo Zanghì per opposizione all’atto di precetto proposto dall’avv. Giuseppe Passatello curatore fallimentare ex SICAR S.p.A..

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la sentenza emessa dal Tribunale Civile di Palermo – sezione distaccata di Carini – n°251/07 nel giudizio tra questo Comune ed i l curatore del fallimento ex SICAR;
S.p.A. con la quale si condanna questo Comune al pagamento a favore della S.I.C.A.R. S.p.A. della complessiva somma di € 66.000,00 quale indennità di occupazione dei locali di proprietà di detta società;
Rilevato che avverso detta sentenza questo Comune ha proposto appello conferendo apposito incarico all’avv. Santo Zanghì;
Rilevato che nelle more della decisione di appello, in presenza dell’esecutività della pronuncia di primo grado, l’avv. Passatello ha proceduto all’emissione di apposito atto di precetto intimando a questo Comune di pagare la complessiva somma di €77.428,89, minacciando in caso di mancato pagamento il ricorso all’esecuzione forzata;
Ritenuto, di aver valide ragioni per opporsi a detto atto di precetto;
Considerato che l’incarico di difendere le ragioni del Comune può essere conferito allo stesso legale che si è costituito nel giudizio di appello;
VISTA la legge 8.6.1990, n°142, recepita con modifiche dal l’art.1 della L.R.
11.12.1991, n°48;
VISTO il vigente O.A.EE.LL.;

DELIBERA

1. Conferire, per i motivi espressi in narrativa, apposita procura all’Avv. Zanghì Santo con studio in Palermo piazza Vittorio Emanuele Orlando, per avanzare opposizione all’atto di precetto proposto dalla curatela fallimentare della ex S.I.C.A.R. S.p.A..
2. Incaricare l’ufficio segreteria ad assumere apposito impegno di spesa con successiva determinazione.
PARERI AI SENSI DEGLI ART.53 E 55 DELLA LEGGE 8.6.1990, N.142, RECEPITA CON L’ART.1 DELLA

L.R. 11.12.1991, N.48.

Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL I SETTORE

F.to NUNZIA PIRRONE

DELIBERA
Approvare la predetta proposta di deliberazione.
Quindi, ritenuta l’urgenza stante l’approssimarsi della scadenza per la proposizione dell’appello, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano, dichiara il presente atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.
Atto numero 04 del 14-01-2010
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 004.10.pdf (9 kb)









Conferimento incarico all'avv. Santo Zanghi' per appello avverso sentenza del Tribunale di civile di Palermo - sezione distaccata di Carini - giudizio Comune C/o ex SICAR.
Atto numero 85
del 22-09-2008
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DGM00085.DOC (24 kb) File con estensione doc
L’Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone l’adozione della seguente deliberazione:

“Conferimento incarico all’avv. Santo Zanghì per appello avverso sentenza del Tribunale di civile di Palermo – sezione distaccata di Carini – giudizio Comune C/o ex SICAR.

LA GIUNTA MUNICIPALE

         Vista la sentenza emessa dal Tribunale Civile di Palermo – sezione distaccata di Carini – n.251/07 nel giudizio tra questo Comune ed il curatore del fallimento ex SICAR;

            Ritenuto, di aver valide ragioni per costituirsi in appello avverso questa sentenza che condanna il Comune al pagamento dell’indennità di occupazione dell’immobile di proprietà della ex SICAR;
            Considerato che l’incarico di difendere le ragioni del Comune può essere conferito allo stesso legale che si è costituito nel giudizio di primo grado;
            VISTA la legge 8.6.1990, n.142, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R. 11.12.1991, n.48;
            VISTO il vigente O.A.EE.LL.;

DELIBERA

1.   Conferire, per i motivi espressi in narrativa, apposita procura all’Avv. Zanghì Santo con studio in Palermo piazza Vittorio Emanuele Orlando, per proporre appello avverso la sentenza di cui in premessa.
2.    Incaricare l’ufficio segreteria ad assumere apposito impegno di spesa con successiva determinazione.

PARERI  AI SENSI DEGLI ART.53 E 55  DELLA LEGGE 8.6.1990, N.142, RECEPITA CON L'ART.1 DELLA L.R. 11.12.1991, N.48.

            Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione.

                                               IL RESPONSABILE DEL I SETTORE
                                                                                                   NUNZIA  PIRRONE



LA GIUNTA MUNICIPALE

            Vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti;
            Con votazione unanime espressa in forma segreta;

DELIBERA


            Approvare la  predetta proposta di deliberazione.

Quindi, ritenuta l’urgenza stante l’approssimarsi della scadenza per la proposizione dell’appello, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di mano, dichiara il presente atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.











  Vi sono i FATTI che avvengono quotidianamente e che hanno delle ripercussioni sulla vita politica-amministrativa-sociale della nostra Comunità. Vi sono Persone Movimenti Partiti Associazioni… che raccontano,analizzano e descrivono questi FATTI. Vi sono persone gruppi “politici” che reagiscono negando i FATTI senza sapere che: Negare l’evidenza, è un brutto modo di vivere.“Voi mentite,…. non è vero quello che dite…. Isola delle Femmine è un'isola felice.. ” NON spiegano mai il perché.



Noi abbiamo provato a raccontare:

vai al link leggi:



TRASPARENZA AMMINISTRATIVA COMUNI
Decreto Legislativo 165/01 art 53 comma 14
Isola delle Femmine?



Cecchino,BILANCIO,BOLOGNA,Squadrista Rosso,PALmuto,Leoncino,Capaci,Pappagallo,d'arpa,DANNO ERARIALE, FONTANETTA, Giambruno; RISO,OCULATEZZA, POMIERO,SPRECHI,
Assessorato Famiglia, BILANCIO, BOLOGNA, capaci, Cecchino, D Arpa, DANNO ERARIALE, FONTANETTA, leoncino, PALmuto, Pappagallo, POMIERO, RISO, SICAR 251 07, SPRECHI, Squadrista Rosso, Turano, Passatello,Pirrone

Assessorato Famiglia,BILANCIO,BOLOGNA,Cecchino,D Arpa,DANNO ERARIALE, FONTANETTA,leoncino,PALmuto,Pappagallo,Passatello,Pirrone,Pomiero,Riso,SICAR 251 07,Sprechi, Squadrista Rosso,Turano,
 
 
SICAR UNA DELLE STORIE DI FALLIMENTI DI DEGRADO URBANO E DI DEFICIENZA E INCAPACITA' AMMINISTRATIVA

Nessun commento:

Posta un commento