Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.

"Bisogna sempre avere il coraggio delle propriidee e conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti (Charlie Chaplin).





venerdì 2 settembre 2011

Consiglio Comunale 28/9/09 GIOVA Ricordare la mafia alle elezioni

 
Consiglio Comunale 28/9/09 GIOVA Ricordare la mafia alle elezioni


COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
*
Ufficio del Presidente
Prot. n°14572 Lì 24 SETTEMBRE 2009
OGGETTO: Convocazione Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 125, comma 5, del testo coordinato dal
vigente ordinamento degli Enti Locali.
Ai Consiglieri Comunali
Al Signor Sindaco
Ai Signori Assessori
Al Segretario Comunale
Al Responsabile del 1°Servizio del II Setto re
Rag. Biagio Fontanetta
All’esperto del Sindaco
Rag. Domenico Orifici
Al Collegio dei Revisori dei Conti
Albo Pretorio
SEDE
Al Comando di P. M.
SEDE
Alla Locale Stazione dei Carabinieri
ISOLA DELLE FEMMINE
All’Assessorato Regionale alla Famiglia,
Alle Politiche Sociali, alle Autonomie Locali
Via Trinacria
PALERMO
Alla Prefettura U.T.G.
PALERMO
Le SS.LL., nella qualità, sono invitate a partecipare alla seduta del Consiglio Comunale convocata,
ai sensi dell’art. 14 comma 5 del Regolamento del Consiglio Comunale ed ai sensi dell’art. 215, comma 5 del
testo coordinato dal vigente Ordinamento Enti Locali, giusta determina presidenziale n°11 del 23 settembre
2009, presso la sala “Padre Bagliesi”, sita nei locali comunali di Via Palermo, il giorno 28 settembre c.a. alle ore 18,00 per la trattazione degli argomenti di cui di seguito:
1. Lettura ed approvazione verbali della seduta precedente;
2. Ricognizione della gestione per la salvaguardia degli equilibri di bilancio ai sensi dell’art.193 D. Lgs. 18/08/2000 n.267 – Bilancio di Previsione 2009.
Si avverte che ai sensi dell’art. 30 della L.R. 3 Giugno 1986, n.9, come sostituito dall’art. 21 della L.R. n.26/93, la mancanza del numero legale degli intervenuti comporta la sospensione di un’ora della seduta.
Se alla ripresa dei lavori non venisse raggiunto, o dovesse venire meno, il numero legale, la seduta verrà rinviata al giorno successivo alla stessa ora e con il medesimo ordine del giorno senza ulteriore avviso di convocazione.
Distinti Saluti.
Il Presidente del Consiglio Comunale
Rag. Alessandro Giucastro



Alle ore 18,10 constatata la presenza di n. 13 consiglieri, il Presidente dichiara aperta la
seduta e nomina quali scrutatori che lo assisteranno nell’accertamento dell’esito delle votazioni, i Consiglieri Lucido, Mannino e Aiello.
Il Presidente si compiace di comunicare al Consiglio l’avvenuta concessione di un
finanziamento regionale per la ristrutturazione e messa in sicurezza della Scuola Materna.
Evidenzia come detto finanziamento scaturisca dall’adesione ad un bando e consegua
all’approvazione di una graduatoria. Plaude alla Giunta Comunale, all’assessore Aiello e
all’Ufficio Tecnico con particolare riferimento all’Arch. Giambruno.
Il Sindaco precisa l’iter seguito nonché illustra i successivi adempimenti da porre in
essere.
Il Consigliere Caltanissetta si compiace che il Presidente dia al Consiglio la possibilità di
costituire una cassa di risonanza di argomenti di interesse collettivo. E, in tal senso, chiede di
poter dare lettura di un documento che invita il Presidente a trasmettere formalmente alla G.M.
precisa che con lo stesso si intende sollecitare il Sindaco ad una maggiore sensibilità antimafia.
Dà, quindi, lettura della nota che viene allegata alla presente per formarne parte
integrante e sostanziale.

Il Sindaco al termine della lettura del documento ribatte che l’Amministrazione dà
dimostrazione della propria coscienza antimafia con i propri comportamenti e non a parole.
La Giunta Comunale del resto ha dato dimostrazione della propria volontà di combattere
la mafia anche proponendo al Consiglio di destinare l’immobile confiscato ad un condannato
per mafia a stazione dei Carabinieri. In detta occasione, la minoranza ritenne di dover
abbandonare l’aula, manifestando in tal modo un ben preciso intendimento politico.

Giova ricordare, peraltro, che il personaggio proprietario del bene confiscato, in occasione delle scorse elezioni politiche sosteneva il candidato della lista “Rinascita Isolana” Rosario Rappa.
La volontà della Giunta, quindi, è assolutamente limpida e dimostrabile, per cui tutti i
componenti della stessa possono procedere nei compiti loro assegnati a testa alta.
Il consigliere Caltanissetta, peraltro, ha fatto trascorrere oltre 90 giorni dalle elezioni
senza mai avanzare alcuna proposta costruttiva.
Il Presidente afferma che questo consesso deve crescere democraticamente, per cui, in
tale contesto, non possono essere permessi interventi che non siano di pungolo ma solo di
aperta polemica.
Esprime la propria disponibilità a tenere un’intera seduta consiliare sull’argomento
“Contrasto alla mafia” invita pertanto il Consigliere Caltanissetta o il gruppo da lui
rappresentato a proporre una mozione in tal senso.
Il Cons. Caltanissetta evidenzia come egli volesse evidenziare la necessità della presenza delle istituzioni comunali nelle iniziative contro la mafia.
Il Cons. Mignano respinge l’accusa del Sindaco inerente all’abbandono dell’aula da parte
della minoranza sul punto “destinazione immobile confiscato”, in quanto il comportamento
assunto dalla minoranza intendeva rappresentare esclusivamente come la competenza a
decidere sulla questione non spettasse al Consiglio ma solo al Sindaco.
Il Sindaco evidenzia come, pur consapevole della propria competenza, ha voluto sottoporre l’argomento al Consiglio Comunale appunto per dare un forte segnale politico della volontà di questa Amministrazione di contrastare il fenomeno mafioso
Il Presidente ribadisce la disponibilità ad affrontare in un’apposita seduta consiliare il tema della lotta alla criminalità mafiosa e, in tal senso, invita ogni Consigliere ad evitare di parlare in molteplici occasioni con mezze parole in ordine a singole accuse di connivenza con la mafia affrontando, invece, la questione nel suo complesso.
Esaurita la discussione, invita i consiglieri a passare alla trattazione degli argomenti iscritti all’ordine del giorno.
Si dà lettura della seguente proposta di deliberazione dell’Ufficio di Segreteria:
LETTURA E APPROVAZIONE VERBALI DELLA SEDUTA PRECEDENTE“
IL CONSIGLIO COMUNALE
Sentita la lettura, fatta dare dal Presidente, degli oggetti delle deliberazioni della
seduta svoltasi in data 19 settembre 2009 n°49, 50 e 51 ;
Ritenuto dover approvare i relativi verbali;
Vista la legge 8.6.1990 n. 142, recepita con modifiche dall’art.1 della L.R. 11.12.1991 n. 48;
Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
DELIBERA
Approvare i verbali della seduta precedente svoltasi in data 19 settembre 2009 e precisamente delle deliberazioni n°49, 50 e 51.
Pareri ed attestazioni ai sensi dell’art.53 della legge 8 giugno 1990, n°142 recepita con
l’art. 1 della l.r. 11 dicembre 1991, n°48.-
Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica della superiore proposta di deliberazione.
IL RESPONSABILE DEL 1° SETTORE
F.to Nunzia Pirrone
IL CONSIGLIO COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione e postala in votazione, assistito dagli scrutatori nominati ad inizio di seduta accerta il seguente esito:
Cons. presente n°13;
Voti favorevoli espressi per alzata di mano n°9
Voti contrari nessuno
Astenuti n°4 conss. ( Caltanissetta, Mannino, Billeci e Mignano );
Per effetto della superiore votazione
DELIBERA
Di approvare la superiore proposta di deliberazione.




Approvare i verbali della seduta precedente.
Atto numero 52
del 28-09-2009
Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO
Allegato: DELIBERA C.C. N.52.pdf (13 kb) File con estensione pdf
*Rapporto ecomafia 2008 - Sicilia, ciclo dei rifiuti, la monnezza è “Cosa Nostra”
Associazione Protezione Civile,ato idrico, Caltanisetta,Consiglio Comunale 18/9/09,Croce Antonio,CUTINO,interrogazioni, Maggioli, Piazza,Costanza,Billeci,PORTOBELLO,VOTO DI SCAMBIO
Atto numero 054  del 06-06-2008
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DGM00054.DOC (24 kb) File con estensione generica
Atto numero 55 del 23-10-2009
Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO
Allegato: DELIBERA C.C. N.55.pdf (15 kb)

Mafia,Voto di scambio,Diritti,Doveri,Caltanisetta,Favori,Ricatti, Pappagallo,Leoncino,Protezione Civile,Bruno,Pomiero,PALmuto,Squadrista Rosso,Isola delle Femmine

Nessun commento:

Posta un commento