Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.

"Bisogna sempre avere il coraggio delle propriidee e conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti (Charlie Chaplin).





giovedì 15 settembre 2011

RICHIESTA INNALZAMENTO LIMITE ANTICIPAZIONE DI TESORERIA

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
 N. 93 DEL 14/09/2011
 IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
 Oggetto: RICHIESTA INNALZAMENTO LIMITE ANTICIPAZIONE DI TESORERIA.
L’anno 2011 e questo giorno 14 del mese di settembre, alle ore 12.00 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede l’adunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualità di SINDACO e sono
rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
Presenti:
RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
 Assenti:
PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
 Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.
 Il Responsabile del Settore Economico-Finanziario f.f. sottopone all’approvazione della Giunta
Comunale la seguente proposta di deliberazione:
“RICHIESTA INNALZAMENTO LIMITE ANTICIPAZIONE DI TESORERIA”.
Visto l'articolo 222 del T.U.E.L. /2000 che norma l'anticipazione di Tesoreria come segue:
 1. Il Tesoriere, su richiesta dell'Ente corredata dalla deliberazione della Giunta, concede allo stesso anticipazioni di tesoreria, entro il limite massimo dei tre dodicesimi delle entrate accertate nel penultimo anno precedente, afferenti per i comuni, le provincie, le città metropolitane e le unioni di comuni ai primi tre titoli di entrata del bilancio e per le comunità montane ai primi due titoli.
2. Gli interessi sulle anticipazioni di tesoreria decorrono dall'effettivo utilizzo delle somme con le modalità previste dalla convenzione di cui all'articolo 210.
Vista la Legge 20/10/1984, n. 720, relativa all'istituzione del sistema di Tesoreria unica per Enti ed Organismi Pubblici e la normativa vigente in materia di Tesoreria Unica e trasferimenti degli Enti Locali;
Ritenuto necessario, disporre in merito alla concessione dell'anticipazione di tesoreria, secondo le disposizioni previste dall'art. 222 del T.U.E.L.18/08/2000;
Che è necessario, altresì, prevedere la facoltà di utilizzo in termini di cassa delle entrate a specifica destinazione, secondo quanto stabilito dall'art. 195 del medesimo Decreto che dispone:
 1. Gli enti locali, ad eccezione degli Enti in stato di dissesto finanziario sino all'emanazione del decreto di cui all'art. 261, comma 3, possono disporre l'utilizzo, in termini di cassa, di entrate aventi specifica destinazione per il finanziamento di spese correnti, anche se provenienti dall'assunzione di mutui con istituti diversi dalla Cassa Depositi e Prestiti, per un importo non superiore all'anticipazione di Tesoreria disponibile ai sensi dell'articolo 222.

2. L' utilizzo di somme a specifica destinazione presuppone l'adozione della deliberazione della Giunta relativa all'anticipazione di tesoreria di cui all'articolo 222, comma 1, e viene deliberato in termini generali all'inizio di ciascun esercizio ed è attivato dal tesoriere su specifiche richieste del servizio finanziario dell'ente.
3. Il ricorso all'utilizzo delle somme a specifica destinazione, secondo le modalità di cui ai commi 1 e 2, vincola una quota corrispondente dell'anticipazione di tesoreria. Con i primi introiti non soggetti a vincolo di destinazione viene ricostituita la consistenza delle somme vincolate che sono state utilizzate per il pagamento di spese correnti;
 4. Gli enti locali che hanno deliberato alienazioni del patrimonio ai sensi dell'articolo 193 possono, nelle more del perfezionamento di tali atti, utilizzare in termini di cassa le somme a specifica destinazione, fatta eccezione per i trasferimenti di enti de settore pubblico allargato e del ricavato dei mutui e dei prestiti, con l'obbligo di reintegrare le somme vincolate con il ricavato delle alienazioni;
 Visto l'art. 136, comma 2, lettera c) del D.P.R. 380/2001;
Vista la convenzione per la gestione del servizio di tesoreria;
Vista la delibera della Giunta Comunale n. 01 del 03/01/2011 con la quale si richiedeva al Tesoriere un'anticipazione di Tesoreria per l'esercizio finanziario 2011 di € 1.220.484,60 correttamente determinata sulla base dei limiti disposti dall' art. 222 del D.Lgs. n. 267/2000 tenendo conto dei dati contabili derivanti dal rendiconto 2009;
Vista l'attuale situazione di cassa che presenta un saldo pari a zero in termini di disponibilità; Considerato che, il limite disposto dall'art. 222 del D.Lgs. n. 267/2000, (tre dodicesimi delle entrate accertate nel penultimo anno precedente) è stato determinato presupponendo l'adozione del bilancio di previsione entro il 31 dicembre dell'anno precedente a quello di riferimento, così come stabilito dallo stesso D.Lgs., non avendo ancora a quel momento i dati di chiusura dell'esercizio in corso;
Dato atto che, con Decreto Ministeriale il termine per l'approvazione del bilancio di previsione 2011 è stato prorogato al 31 agosto, quindi ad esercizio, successivo, abbondantemente inoltrato rispetto al termine del 31/12 dell'esercizio precedente stabilito dalla legge;
Considerato altresì che, ad oggi, questo Ente è in possesso dei dati consuntivi 2010, così come accertati dal Conto del Tesoriere, dall'ufficio finanziario e deliberati dalla G.C. con proprio atto n. 58 del 20/05/2011;
Che, tali dati andrebbero correttamente considerati ai fini della determinazione del limite dei tre dodicesimi stabilito dall'art. 222 del D.Lgs. n. 267/2000;
Dato atto che, la momentanea situazione di cassa non consente all'Ente di espletare i servizi indispensabili e di pagare le retribuzioni del personale dipendente e pertanto sta causando gravi danni sia in termini economici che in termini di credibilità e garanzia di continuità dei servizi erogati;
Ravvisata pertanto, l'opportunità di richiedere al Tesoriere - Unicredit S.p.A.- l'innalzamento dell'importo dell'anticipazione di cassa precedentemente concessa pari ad € 1.220.484,60 ad € 1.420.380,51;
Dato atto, altresì, che, l'importo dell'anticipazione di Tesoreria, da richiedere al Tesoriere Comunale, per le considerazioni sopra riportate, rimane entro il limite consentito dalle disposizioni legislative in materia ( 3/12 delle entrate accertate nell'ultimo esercizio chiuso (2010)- afferenti ai primi 3 (tre) titoli di entrata del bilancio) così come di seguito evidenziato:

Titolo 1 - Entrate Tributarie € 2.753.756,48
Titolo 2 - Entrate da contr. e trasf. Correnti ……… € 2.408.311,75
Titolo 3 - Entrate Extra Tributarie € 519.453,85
Total Totale € 5.681.522,08
- Limiti per l'anticipazione di Tesoreria (3/12) € 1.420.380,51

Visto il parere espresso in merito alla regolarità tecnica e contabile, ai sensi dell'art. 49 del D. Lgs. 267/2000;
Visto il regolamento di contabilità dell'Ente;
PROPONE DI DELIBERA
1) Di elevare l'importo dell'anticipazione di tesoreria precedentemente concessa, per l'esercizio finanziario 2011, da € 1.220.484,60 ad € 1.420.380,51, utilizzabile secondo le necessità dell'Ente, conformemente all'articolo 222 del T.U.E.L. 18/8/2000 approvato con D.Lgs. 267/2000.
2) Di dare atto che l'anticipazione di cui al punto 1) rientra nei limiti dei 3/12 dell'importo delle entrate afferenti ai primi tre titoli del Conto del Bilancio 2010, approvato dalla G.C.con atto n. 58 del 20/05/2011;
3) Di dare atto altresì che alla spesa per il pagamento degli interessi passivi si farà fronte con i fondi appositamente stanziati nel bilancio dell'esercizio 2011.
4) Di autorizzare l'utilizzo in termini di cassa delle entrate del Comune a specifica destinazione per il finanziamento delle spese correnti, anche se provenienti dall'assunzione di mutui con istituti diversi dalla Cassa Depositi e Prestiti, per un importo non superiore all'anticipazione di cui al precedente punto e con le modalità di cui all'art. 195 del citato T.U.E.L. 18/08/2000.
 Pareri ed at testazioni ei sensi degl i art t . 49, comma 1 e151, comma 4, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267.
Si espr ime parere favorevole sul la regolar i tà tecnica e contabi le e si at testa la relat iva coper tura finanziaria.
I l Responsabi le del Set tore Economico Finanziario f .f.
F.to Nunzia Pi rrone
 LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dai prescritti pareri;
Con voti unanimi favorevoli, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco
Presidente;
 DELIBERA
Approvare la superiore proposta di deliberazione.
Indi, con separata votazione unanime, espressa per alzata di mano, la Giunta Comunale dichiara la presente deliberazione immediatamente esecutiva.

Atto numero 93
del mer 14 set, 2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA DI G_M_ N_93.pdf (87 kb) File con estensione pdf


Anticipazione di cassa da parte del Tesoriere
Atto numero 1
del 05-01-2011
Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
Allegato: DELIBERA G.M. 001.11.pdf (252 kb) File con estensione pdf


Nessun commento:

Posta un commento